I migliori 5 luoghi storici in Italia

Ecco un itinerario alternativo attraverso il meraviglioso territorio italiano dedicato agli appassionati di storia e cultura. Il Museo Etnografico di Cagliari, situato nella Cittadella dei Musei, ospita reperti unici della civiltà nuragica. Il centro storico di Asti ospita annualmente il Palio, con uno spettacolo di sbandieratori che fa concorrenza al più famoso Palio di Siena. È imperdibile una tappa a Napoli, con la sua città sotterranea segreta, e a Torino, con i tour dedicati alla città magica. La tradizione storica più originale è forse quella di Marostica, cittadina in provincia di Vicenza: ogni due anni viene inscenata in piazza una partita a scacchi con pezzi viventi.

shutterstock_366841796La Cittadella dei Musei di Cagliari

La Sardegna è famosa in tutto il mondo per la meravigliosa costa e le idilliache calette, ma è anche una terra incredibilmente affascinante per gli appassionati di storia e in particolare di preistoria. Cagliari, oltre ad avere un centro storico incantevole, ospita nella Cittadella dei Musei importantissimi tesori artistici. I visitatori potranno perdersi per ore nei corridoi del Museo Etnografico, della Pinacoteca Nazionale, della Collezione delle Cere Anatomiche e del Museo d’arte Siamese. Gli appassionati di storia e archeologia oggi possono facilmente scoprire città così affascinanti e poco conosciute e specializzarsi esattamente in quello che desiderano sfogliando i corsi di studio di tutto il mondo su schoolapply.com.

Il mistero dei Giganti di Mont’e Prama

Nel Museo Etnografico di Cagliari si possono ammirare alcuni dei Giganti di Mont’e Prama, misteriose statue trovate casualmente in un campo in Sardegna negli anni Settanta. I Giganti, scolpiti in arenaria gessosa, alti più di due metri e raffiguranti guerrieri, risalgono all’XI secolo a.C. e sono le statue a tutto tondo più antiche d’Europa, antecedenti perfino ai “kouroi” dell’Antica Grecia. Le statue raffigurano 5 arcieri, 4 guerrieri, 16 pugili e 13 nuraghe. Presentano caratteristiche incredibilmente moderne rispetto alle civiltà coeve, come la presenza di elementi sporgenti, la precisione delle forme geometriche e l’utilizzo di strumenti come la gradina a sei denti, il regolo e il trapano ad archetto.